Altre News

Grid List

“Cromatismi” è il titolo della mostra personale di Gianfranco Tassi aperta al Civico Museo Parisi Valle di Maccagno con Pino e Veddasca da sabato 24 luglio 2021 (inaugurazione ore 18.00).

Non sarebbe del tutto sbagliato modificare il titolo di questo spettacolo in: “I venditori di felicità”. Anzi, ancora meglio: “I dispensatori di felicità”, visto che la felicità loro la regalano, non la vendono!!

Quale più bell’augurio, per lasciarsi alle spalle un anno da dimenticare e iniziarne uno sotto i migliori auspici, che inaugurarlo con un concerto di musica classica?

L’Amministrazione Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha pensato a lungo se, dato il contesto in cui ci si trova a causa del Covid-19, fosse il caso o meno di annullare un appuntamento importante quale il Battesimo Civico dei diciottenni.

Cosa c’è di più bello, in tempi così difficili, di una serata all’insegna della buona musica e della solidarietà?

Sabato 17 ottobre alle ore 21 all’Auditorium Comunale di via Pietro Valsecchi 23 a Maccagno, Claudio Borroni presenterà la Mamo’s Band.

Una straordinaria orchestra formata da musicisti, artisti, arrangiatori con alle spalle le più svariate esperienze artistiche. Il loro album d’esordio, uscito il 6 marzo 2020 pubblicato per Abeat Records, dal titolo “Mamo o non m’amo”, altro non è che la realizzazione di un grande progetto di questo gruppo di amici che si sono messi in gioco e hanno dato vita al loro sogno di divertirsi insieme componendo, cantando e suonando.

La band, diretta da Gigi Marrese (chitarra), è composta da Massimo Pedroni (Mamo), basso; Luca Marino, chitarra e voce; Angelo Corvino, batteria, Fabio Agatea, tastiere; Christian Tassi, tastiere, flauto, fisarmonica e voce; Letizia Guido, violino; David Ambrosini, sassofoni e clarinetto; Arianna e Fabiola, coro voci. E, naturalmente, Claudio Borroni, voce.

Ospiti della serata Marco d’Errico, voce; Flavio Stefano, voce; Gianfranco Calvi, pianoforte; Livio Nasi, contrabbasso e Sandro Bellan, tecnico suono e luci.

L’ingresso è libero; le offerte saranno devolute all’Associazione di promozione sociale “Costa Sorriso”, che destinerà il ricavato per progetti rivolti all’autonomia e all’inclusione sociale e lavorativa dei ragazzi disabili.

Una ragione in più per partecipare!

I posti disponibili saranno limitati e ridotti in ottemperanza alle norme anti-Covid19. E’prevista la misurazione della temperatura all’entrata e il distanziamento anche tra familiari. Obbligatorio l’uso della mascherina.

La rassegna BIM BUM BAM 2019-2020, in cartellone ormai da diversi anni all’Auditorium di Maccagno, si è conclusa in anticipo, a febbraio, per via dell’emergenza Covid-19.

Che ci sia uno stretto e misterioso legame tra il più celebre dipinto di Leonardo da Vinci e la Val Veddasca, è ormai noto a tutti. Una storia che è diventata un vero e proprio giallo, ancora irrisolto, che conserva nel tempo ancora tanti interrogativi e ipotesi che attendono una risposta. 

Il 5 novembre 2016 l’Amministrazione Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha inaugurato una nuova piazza a Graglio, all’incrocio tra via Vittorio Veneto e via Rocchinotti Giovanni. 

Come forse sapranno tutti coloro che conoscono la Val Veddasca, in questo piccolo angolo di paradiso ci sono numerose chiese e campanili meravigliosi. Oggi vogliamo parlarvi di un gioiello che si trova a Lozzo: un quadrante solare situato sulla facciata sud della Canonica della Chiesa Parrocchiale dell’Assunta, in piazza 4 Novembre.

I residenti di Pino e delle frazioni della Val Veddasca potranno usufruire, a partire dal mese di maggio 2020, di un servizio che l’Amministrazione Comunale ha pensato per facilitare quanti sono impossibilitati a recarsi al Pronto Soccorso di Luino per effettuare prelievi del sangue.

E’ ormai diventato uno degli argomenti più discussi in questi ultimi tempi quello lanciato dal Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, circa l’urgenza di realizzare la strada Piero-Lozzo per mettere in comunicazione la Valveddasca con la Valdumentina.

Bernardo Sartorio potrà finalmente riposare nel suo paese natale, Graglio, piccola frazione del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca. Una storia commovente, la sua, come quella di tutti coloro che pagarono con la propria vita il prezzo troppo alto di ogni guerra.


Nato il 10 ottobre 1912, fu richiamato e arruolato nel 20° Reggimento Alpini Sciatori Battaglione Intra durante il secondo conflitto mondiale. Costretto a lasciare la sua famiglia (la moglie e le due figlie), morì di stenti e fatica il 19 dicembre del 1944, prigioniero dei Tedeschi a Baumholder. Qui fu sepolto, per poi essere riesumato e traslato a Francoforte sul Meno, nel Cimitero Militare Italiano d’Onore.


Dobbiamo fare un piccolo passo indietro per capire come si è potuti ad arrivare a riportare in patria i cari resti di Bernardo Sartorio. Roberto Zamboni, ricercatore veronese, aveva aiutato tante famiglie a ritrovare i propri defunti morti dopo l’8 settembre 1943. Grazie ad un articolo apparso nella rubrica “I protagonisti” (sulla “Prealpina”), il 29 gennaio 2016, la famiglia, il Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, e il gruppo degli Alpini, si sono attivati immediatamente per conoscere l’esatta posizione in cui era stato sepolto Bernardo e per svolgere tutte le procedure burocratiche che avrebbero permesso il ritorno a casa.
Insieme con Sartorio, nei cimiteri della Germania e della Polonia, si trovavano 130 caduti varesini.


Quella di Bernardo è, se così si può dire, una storia a lieto fine. Immensa la gioia dei famigliari e di tutta la Comunità, che si preparano ad accoglierlo.


Sabato 28 ottobre 2017, alle 10.30, nella Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso a Graglio, si svolgerà il funerale di questo grande uomo, che finalmente troverà la pace e la serenità nel grande abbraccio della sua famiglia, degli amici e, semplicemente, di tutti coloro che hanno conosciuto la sua vicenda e che gli devono riconoscenza e stima, come a ogni soldato che ha perso il bene più prezioso per difendere la Pace e la Libertà.

(CG) Grazie ad una convenzione stipulata tra il Comune e l’Areu (l’Azienda regionale emergenza urgenza), a Maccagno con Pino e Veddasca sono stati posizionati, dal 2017, sette defibrillatori. In questo lasso di tempo sono stati organizzati incontri per far conoscere al maggior numero di persone come servirsene in caso di necessità.

“Concerti senza fili” è il titolo dello spettacolo che Flavio Pirini, cantautore e comico, terrà il 26 luglio al Campo Sportivo di Pino Lago Maggiore alle ore 21.

A partire da lunedì 8 aprile 2019 fino a venerdì 10 maggio 2019, nella fascia oraria dalle 8.00 alle 17.30 (esclusi i giorni festivi e prefestivi) verrà istituito un senso unico alternato su tutte le corsie - tramite movieri - sulla SS 394 del Verbano Orientale tra i km. 50+200 e 50+516.

Lo scorso 31 gennaio 2018 la Giunta Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha incaricato il Funzionario Responsabile del Patrimonio, geometra Danilo Bevilacqua, a pubblicare un avviso per raccogliere eventuali manifestazioni di interesse finalizzate all’apertura di un bar a Pino.

Da martedì 17 gennaio, il Municipio di Pino ha un nuovo Consultore.

Si tratta di Andrea Luca Muraro, classe 1992, entrato in sostituzione di Mattia Molteni, trasferitosi all’estero per lavoro.

I Municipi, Organi introdottio nello Statuto comunale a seguito della Fusione del 2014, prevedono che i Consultori devono essere in un numero tra sei e dodici.

Il nuovo arrivato si va così ad aggiungere a Ivana Turco, Paolo Pedroni, Aldo Tronconi, Luciano Parigi e Mary Ricciardi.

Prosindaco del Municipio é Mauro Fiorini, ultimo sindaco dell’allora Comune di Pino sulla sponda del Lago Maggiore.

Sabato 25 giugno 2016 si è svolta nella Sala Consiliare del Municipio di Pino la commemorazione dei Sindaci Riccardo Zanini e Silvio Fiorini, in occasione del decennale dalla loro scomparsa.

Un graditissimo appuntamento con la musica classica, il "Maccagno Lake Festival", ritorna per il quarto anno nel Comune di Maccagno con Pino e Veddasca con i concerti organizzati nell'estate 2021 dall’Associazione MusicArte di Luvinate, diretta da Roberto Scordia. 

75 anni fa, il 2 e il 3 giugno 1946, gli Italiani furono chiamati alle urne per un referendum istituzionale - il primo a suffragio universale  - e scelsero la Repubblica quale forma di stato per la nostra Patria.

“Hibakujumoku”: alberi bombardati. E’ questo il termine giapponese per indicare gli alberi sopravvissuti alla strage del 6 agosto 1945 a Hiroshima.

Sabato 8 maggio 2021 alle ore 17.30 riapre le porte al pubblico il Civico Museo “Parisi-Valle” con una grande rassegna che riunisce una collettiva di numerosi autori, intitolata: “Dalla Rivista al Museo – Antologia di opere di Real Art” .

Come ogni anno, l’Amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha istituito i riconoscimenti al merito nell’ambito del Piano per il Diritto allo Studio, riservati ai residenti nel Comune.

Il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca è risultato tra i vincitori del Progetto: “Eolo Missione Comune”. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

newsletter

 

Sei interessato a ricevere la newsletters con le novità, gli eventi e le iniziative che si svolgono nel Comune di Maccagno con Pino e Veddasca? Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione